Il Presidente dell’ANAC denuncia la corruzione e suggerisce CORRETTIVI AL NUOVO CODICE

L’Avvocato Giuseppe Busia, Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, in occasione della Relazione annuale alla Camera dello scorso 14 Maggio 2024, si è espresso duramente denunciando in primis la corruzione che “nonostante gli sforzi compiuti, in Italia, registra ancora dati poco incoraggianti” e suggerendo alcune correzioni sul testo del nuovo Codice dei Contratti Pubblici.

MIT: RIBASSO SUL TOTALE DELL’IMPORTO CONTRATTUALE, COMPRENSIVO DEL COSTO DELLA MANODOPERA

Il nuovo Codice dei Contratti Pubblici, nella formulazione dell’articolo 41 comma 14, ha destato molti dubbi in merito alla possibilità di poter effettuare un ribasso d’asta che riguardasse anche gli importi relativi al costo della manodopera. Ciò in quanto la norma prevede che i “costi della manodopera e della sicurezza sono scorporati dall’importo assoggettato al…

L’ANAC RICHIAMA AL RIGOROSO RISPETTO DEL PRINCIPIO DI ROTAZIONE

Con un recente parere l’ANAC richiama tutte le stazioni appaltanti al rigoroso rispetto del principio di rotazione nel sotto soglia comunitario. L’Autorità evidenzia che per derogare al principio di rotazione come definito dall’articolo 49 del nuovo Codice dei Contratti Pubblici, devono sussistere contemporaneamente tutti i requisiti elencati al comma 4 del presente articolo, ossia: struttura…

ANCHE PER L’ANAC SONO SEMPRE POSSIBILI LE PROCEDURE ORDINARIE NEL SOTTO SOGLIA

L’ANAC torna nuovamente sulla questione se sia possibile o meno ricorrere alle procedure ordinarie negli affidamenti sotto soglia comunitaria. La lettera dell’articolo 50 del D.Lgs. 36/2023 infatti da un lato prevede espressamente la possibilità di ricorso alle procedure ordinarie solo per appalti di lavori di valore superiore al milione, ma al contempo non contiene alcun…

REQUISITO DEI SERVIZI ANALOGHI: servono TUTTI o solo ALCUNI?

Negli appalti aventi ad oggetto l’affidamento di servizi/forniture viene normalmente richiesto, quale requisito di carattere tecnico-professionale, l’aver svolto nel triennio precedente commesse analoghe a quelle oggetto d’appalto. Il TAR della Campania, sezione quinta, con sentenza n. 1737/2024 ha affermato che la stazione appaltante non è legittimata ad escludere i concorrenti che non abbiano svolto TUTTE…