Progetto Appalti – Condividiamo i tuoi obiettivi, Realizziamo i tuoi progetti

News

LA PORTATA DELLA CLAUSOLA SOCIALE ALLA LUCE DELLE LINEE GUIDA ANAC N. 13 DEL FEBBRAIO 2019

L’articolo 50 del Codice dei contratti pubblici prevede che le stazioni appaltanti inseriscano nella documentazione di gara specifiche clausole volte a promuovere la stabilità occupazionale del personale impiegato dal precedente appaltatore.

La disciplina contenuta nell’articolo 50 del Codice dei contratti pubblici si applica con particolare riguardo ai servizi ad alta intensità di manodopera, definiti come quelli nei quali il costo della manodopera è pari almeno al 50% dell’importo totale del contratto.

Ai sensi dell’articolo 36 del Codice dei contratti pubblici, le clausole sociali possono essere previste anche negli affidamenti sotto soglia.

Pertanto la stazione appaltante, alla sussistenza delle condizioni di applicazione, inserisce la clausola sociale all’interno della documentazione di gara. L’operatore economico accetta espressamente la clausola sociale e l’obbligo è riportato nel contratto.

Ma qual è l’esatta portata della clausola sociale ovvero cosa comporta esattamente in termini di assunzioni del personale uscente? (altro…)

date:  Mag 16, 2019 comments:  0
by:  Giulio Delfino categoria:  News Leggi di più

DECRETO SBLOCCA CANTIERI: ANCHE PER SERVIZI E FORNITURE ANTICIPAZIONE DEL PREZZO NELLA MISURA DEL 20% ENTRO 15 GIORNI DALL’INIZIO DELL’APPALTO

Il decreto legge 18 aprile 2019, n. 32 detto Decreto Sblocca Cantieri, in vigore dal 19 aprile 2019, ha introdotto col suo articolo 1 una serie di modifiche all’attuale D.Lgs. 50/2016 (Codice dei Contratti Pubblici).

Una di queste riguarda il comma 18 dell’artico 35 del D.Lgs. 50/2016 che disciplina in particolare l’anticipazione del prezzo che deve corrispondere la stazione appaltante all’appaltatore. (altro…)

date:  Mag 10, 2019 comments:  0
by:  Giulio Delfino categoria:  News Leggi di più

LA STAZIONE APPALTANTE NON PUO’ IMPORRE L’APPLICAZIONE DEL FISE ALLE COOPERATIVE SOCIALI PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI

L’Autorità Nazionale Anticorruzione si è di recente pronunciata in parere di precontenzioso nell’ambito di un servizio di raccolta e gestione dei rifiuti solidi urbani differenziati e indifferenziati, compresi quelli assimilati ed altri servizi di igiene urbana per un Comune della Liguria in merito alla legittimità della clausola del contratto che non esclude la facoltà dell’aggiudicataria della gara (una Cooperativa Sociale) di disciplinare il rapporto di lavoro con i propri nuovi dipendenti, assunti in forza della clausola sociale, secondo il CCNL tipico delle cooperative sociali, in tal mondo innovando rispetto al contratto a questi applicato dal precedente esecutore del contatto che, non rivestendo la qualifica di cooperativa sociale, applicava il contratto FISE.

L’ANAC, con delibera n. 62 DEL 30 gennaio 2019, si è pertanto interrogato sulla possibilità per la stazione appaltante di imporre ad una cooperativa sociale che risulti aggiudicataria di applicare al personale assunto in forza di clausola sociale il CCNL già applicato dal gestore uscente, in particolare il FISE. (altro…)

date:  Apr 29, 2019 comments:  0
by:  Giulio Delfino categoria:  News Leggi di più

PERFORMANCE PROGETTO APPALTI ANNO 2018

Progetto Appalti srl, grazie al proprio staff composto da ingegneri ed esperti del settore, mette a disposizione delle imprese operanti negli appalti pubblici un ufficio gare in outsourcing in grado di offrire ai propri clienti un servizio personalizzato di consulenza a 360° ed in particolare per la predisposizione della documentazione amministrativa e per la PREPARAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA. Inoltre offriamo altri servizi quali il servizio informativo personalizzato sulle gare d’appalto, l’analisi preventiva di gara, preparazione delle giustificazioni di gara, formazione in materia di appalti, avvalimenti e fideiussioni, sopralluoghi e sedute di gara.

Nell’arco dell’intero 2018 con il servizio di preparazione delle offerte tecniche abbiamo dato un importante contributo all’aggiudicazione di appalti da parte dei nostri clienti per un valore complessivo di € 68.058.104,00.

(altro…)

date:  Feb 11, 2019 comments:  Commenti disabilitati su PERFORMANCE PROGETTO APPALTI ANNO 2018
by:  Giulio Delfino categoria:  News Leggi di più

QUANDO IMPUGNARE LE CLAUSOLE DEL BANDO POCO CHIARE O CON ONERI ECCESSIVI PER L’AGGIUDICATARIO

Si possono verificare casi di appalti in cui la documentazione di gara non espliciti tutte le informazioni necessarie ad una corretta formulazione dell’offerta o in cui siano previsti oneri sproporzionati ed evidentemente eccessivi per l’aggiudicatario. In tali casi è opportuno che gli operatori economici presentino, nei termini previsti, i necessari quesiti e/o richieste chiarimenti alla stazione appaltante. Quando ciò non sia sufficiente le alternative per le imprese sono unicamente due:

  • non presentare un’offerta

                                oppure

  • impugnare tempestivamente il bando.

Non è infatti percorribile la strada della presentazione di un’offerta per poi far valere in sede giudiziale gli eventuali vizi sopra citati del bando a seguito della stipula del contratto. (altro…)

date:  Giu 10, 2018 comments:  Commenti disabilitati su QUANDO IMPUGNARE LE CLAUSOLE DEL BANDO POCO CHIARE O CON ONERI ECCESSIVI PER L’AGGIUDICATARIO
by:  Giulio Delfino categoria:  News Leggi di più

IL POSSESSO DEI REQUISITI NEI CONSORZI DI SOCIETA’ COOPERATIVE

I consorzi di cooperative fra società cooperative di produzione e lavoro e i consorzi stabili sono tra loro assimilabili. Essi infatti assumono entrambi i caratteri di una struttura permanente in quanto presentano un oggetto consortile generale, dunque non limitato ad un determinato appalto, una propria fisionomia giuridica ed una propria autonomia anche patrimoniale. In particolare costituiscono un soggetto giuridico a sé stante, distinto organizzativamente e giuridicamente dalle consorziate che, mediante il contratto di consorzio, possono così realizzare anche appalti non assumibili singolarmente per mancanza dei requisiti richiesti dalla stazione appaltante. Pertanto, sia i consorzi stabili che i consorzi di cooperative, costituiscono aggregazioni munite di una stabile organizzazione d’impresa, dotate di una propria soggettività ed autonoma qualificazione, al fine della partecipazione alle gare per l’aggiudicazione di appalti pubblici. Infatti è il consorzio come tale, inteso cioè come soggetto giuridico distinto dalle imprese consorziate di cui coordina l’attività imprenditoriale, il titolare formale e sostanziale del rapporto con la stazione appaltante. (altro…)

date:  Apr 20, 2018 comments:  Commenti disabilitati su IL POSSESSO DEI REQUISITI NEI CONSORZI DI SOCIETA’ COOPERATIVE
by:  Giulio Delfino categoria:  News Leggi di più

L’INTERPELLO MEDIANTE SCORRIMENTO DELLA GRADUATORIA

Può accadere che durante l’esecuzione del contratto l’impresa affidataria non sia più nelle possibilità di proseguire lo svolgimento dell’appalto e la stazione appaltante la sostituisca mediante scorrimento della graduatoria delle imprese che avevano partecipato alla procedura di gara senza risultare aggiudicatarie. Tale istituto, disciplinato dall’articolo 110 del D.Lgs. 50/2016, è denominato interpello. (altro…)

date:  Apr 08, 2018 comments:  Commenti disabilitati su L’INTERPELLO MEDIANTE SCORRIMENTO DELLA GRADUATORIA
by:  Giulio Delfino categoria:  News Leggi di più

LA MANCATA INDICAZIONE DA PARTE DELLA STAZIONE APPALTANTE DEL COSTO DELLA MANODOPERA E DELLA CLAUSOLA SOCIALE SONO CAUSA DI ANNULLAMENTO DEL BANDO

La Stazione Appaltante, quando predispone un bando di gara, ha l’obbligo di indicare quali sono i costi della manodopera che stima necessari e inoltre deve prevedere la c.d. clausola sociale. (altro…)

date:  Mar 19, 2018 comments:  Commenti disabilitati su LA MANCATA INDICAZIONE DA PARTE DELLA STAZIONE APPALTANTE DEL COSTO DELLA MANODOPERA E DELLA CLAUSOLA SOCIALE SONO CAUSA DI ANNULLAMENTO DEL BANDO
by:  Giulio Delfino categoria:  News Leggi di più

LA REVOCA DELL’AGGIUDICAZIONE E IL RELATIVO INDENNIZZO

La revoca dell’aggiudicazione è un provvedimento unilaterale adottato dalla Stazione Appaltante a seguito dell’aggiudicazione ma prima della stipula del contratto d’appalto. Una volta stipulato il contratto d’appalto i provvedimenti che hanno l’effetto di farne cessare l’efficacia sono infatti il recesso o risoluzione anticipata.

La revoca dei provvedimenti amministrativi è disciplinata dall’art.21-quinquies della legge n. 241 del 1990 (e introdotta dall’art.14 della legge n.15 del 2005), e si configura come uno strumento di autotutela per la Stazione Appaltante finalizzato alla rimozione, con efficacia ex nunc ossia non retroattiva, di un atto ad efficacia durevole, in esito a una nuova e diversa valutazione dell’interesse pubblico alla conservazione della sua efficacia.

In concreto la revoca ha l’effetto di annullare la validità di una proposta di aggiudicazione o di un’aggiudicazione efficace. (altro…)

date:  Mar 04, 2018 comments:  Commenti disabilitati su LA REVOCA DELL’AGGIUDICAZIONE E IL RELATIVO INDENNIZZO
by:  Giulio Delfino categoria:  News Leggi di più

CRITERI AMBIENTALI MINIMI

In Europa ed in Italia si sta attuando un modello di appalti pubblici definito come Sustainable Public Procurement (SPP), al fine di raggiungere, in tutte le fasi del processo di acquisto di beni, servizi e lavori, il giusto equilibrio tra i tre pilastri dello sviluppo sostenibile: economico, sociale ed ambientale. In questo modello si colloca il Green Public Procurement (GPP), che è definito nella comunicazione COM (2008) 400 “Appalti pubblici per un ambiente migliore” come “un processo mediante cui le pubbliche amministrazioni cercano di ottenere beni, servizi e opere con un ridotto impatto ambientale per l’intero ciclo di vita rispetto a beni, servizi e opere”. (altro…)

date:  Feb 27, 2018 comments:  Commenti disabilitati su CRITERI AMBIENTALI MINIMI
by:  Giulio Delfino categoria:  News Leggi di più